giovedì 26 maggio 2016

Mogoro: Baciccia, San Bernardino da Siena e la stella di David

Questo dipinto, raffigura "San Bernardino da Siena risana uno storpio"
Eseguito da  Preti Mattia detto Cavalier Calabrese (1613/ 1699)  tra il  1600 - 1649 realizzato su tela con la tecnica della  pittura a olio cm.  305 x 220
Casualmente, sono stato attratto e incuriosito dallo stesso soggetto, dipinto nell'affresco da Giovanni Battista Scano (noto Baciccia), rappresentato nella 4^ lunetta della nostra Chiesa parrocchiale in Mogoro.
Ho avuto la sensazione, che il "Baciccia" dipingendolo nel 1933-34,  abbia voluto trasmetterci, forse, anche un altro tipo di messaggio oltre la realtà rappresentata.
Si può agevolmente costatare e notare, infatti, che l'asse centrale delle braccia dell'infermo, rappresentato al centro dell'opera, si allarga dall'alto verso il basso, contrastando geometricamente e specularmente con l'asse centrale delle due stampelle, che prive di tenuta, si aprono verso l'esterno dal basso verso l'alto, ma ancora in bilico, per un attimo, prima di cadere a terra. 
La risultanza visiva, per definizione, è data dalle 4 rette ipotetiche, che convergono su due vertici opposti ma simetrici, che determinano, appunto, due triangoli equilateri che si intersecano sovrapponendosi.
Dal confronto tra le due immagini, la prima libera e la seconda con le linee astratte (di costruzione) in color giallo, scaturiscono le figure geometriche sopra richiamate.
E' del tutto evidente che il risultato grafico,  seppure prettamente teorico ma anche concreto, che ne discende, si può  ricondurre alla rappresentazione simbolica  della "Stella di David".
Sto recuperando un pò di materiale pittorico su opere realizzate dal Baciccia, in diverse chiese di Cagliari, Quartu, Lunamatrona e altre, anche per capire se si tratta di un caso, ovvero di un idea o di un ragionamento.


Nessun commento:

Posta un commento